SIVIGLIA – Padiglione CEE Expo Universale

copertina
luogo
Siviglia
Progetto
SIVIGLIA – Padiglione CEE Expo Universale
Anno
1989
Tipologia
8913 - Padiglione espositivo - Concorso internazionale di idee
committente
EXPO Siviglia
team

Mauro Sàito (capogruppo) con F.De Pisa, S. Y. Miura, P.Orlowski,F.Ottone, G.Gasbarri (consulente economico)

stato
Concluso
Descrizione
II territorio del Paesi Europei è caratterizzato da una ricca storia. Nel tessuto territoriale di ogni Paese e città d’Europa la storia e l’ordito, le innovazioni sono la trama. In un tessuto di storia e innovazioni le scoperte seguono le svolte visibili. “L’era delle scoperte” e il tema dell’Esposizione Universale di Siviglia del 1992. La volontà di simbolizzare 1’unita europea con il progetto del padiglione temporaneo della CEE ci ha indotto a proporre una soluzione architettonica che facesse coincidere la struttura fisica del padiglione con la rappresentazione del sistema territoriale a rete ipotizzato per il futuro sviluppo dell’Europa dei microterritori. La suggestione di distinguere nel tessuto a rete l’ordito come storia e la trama come innovazione, ci ha fatto “scoprire” la più semplice delle strutture tridimensionali come la più rispondente per le esigenze funzionali e distributive richieste, e la piu adatta ad un inserimento nel contesto ambientale dell’Avenue dell’Europa proposto dal bando di concorso. Nella struttura tridimensionale continua di un tessuto reticolare di pilastri e travi si identifica 1’immagine, del1’unita Europea in evoluzione. La solidità e la concretezza dell’immagine proposta si fondono sulla ripetizione iterativa dell’ordito (pilastri), le potenzialità degli sviluppi delle innovazioni (scoperte) sono rappresentate dalle molteplici variazioni di uso degli spazi proposte nella trama (le travi, i solai). Se 1’immagine del padiglione coincide con quella dell’Europa, la visita può identificarsi con un viaggio nel “tessuto” toccando tutti i punti delle connessioni reticolari, dentro e fuori il padiglione, dentro e fuori 1’Europa.
foto
Studio Saito